Categorie

Commenti recenti

    OXFAM: AUMENTA IL DIVARIO TRA RICCHI E POVERI

    L’1% più ricco della popolazione mondiale possiede quanto il restante 99%. Secondo gli ultimi dati del rapporto Oxfam si registra un netto aumento del divario ricchi-poveri. Questa tendenza è diffusa nella maggior parte dei paesi del globo. Per fare un esempio, un giorno di reddito di un amministratore delegato in Usa vale quanto un anno di salario di un dipendente. Oxfam ha anche realizzato un focus sulla disuguaglianza in Italia e ha poi inviato una lettera ai candidati premier delle prossime elezioni del 4 marzo. Nella lettera si sollecitano i possibili futuri premier ad adottare un forte impegno per combattere la povertà e ridurre il divario di ricchezza. L’Oxfam si è permesso di fornire alcuni consigli “pratici” in tema di fiscalità. Consigli che vanno nella direzione opposta ad alcune delle promesse elettorali di cui si riempono la bocca i diversi leader politici. Una delle proposte più forti espresse in questa campagna elettorale riguarda la flat tax: un’aliquota unica per la tassazione sui redditi. Manovra che abbasserebbe di molto la tassazione per i più abbienti risultando non molto favorevole, invece, per i ceti economicamente più deboli: la flat tax abbassa notevolmente le imposte per chi ha molto, mentre le diminuisce pochissimo per chi possiede poco. Secondo l’ong, infatti: “una maggiore progressività dei sistemi fiscali e misure di contrato all’evasione e all’elusione fiscale garantiscono una più equa distribuzione delle risorse”.

    I commenti sono chiusi.

    Live streaming

    Popolare Network
    Rasta Snob

    …..::::: Facebook Radio Base :::::…..